Naruto

Naruto Uzumaki è un ragazzo dodicenne del Villaggio di Konoah, sede dei ninja del Paese della Foglia, che insegue il sogno di diventare Hokage, cioè ninja più forte nonché capo del Villaggio. Il giovane custodisce in sé un segreto di cui lui stesso è all’oscuro: il Quarto Hokage ha sigillato il demone della Volpe a nove code dentro il suo corpo. Da quel momento in poi, nonostante il Quarto Hokage volesse che fosse considerato come salvatore del Villaggio, Naruto fu sempre associato da tutti gli abitanti del Villaggio allo spirito demoniaco che viveva in lui e perciò crebbe isolato da tutti, senza riuscire a spiegarsi il motivo della sua emarginazione. Così, per poter attirare su di sé un po’ di attenzione, iniziò a comportarsi da teppista, fingendosi sempre allegro e tentando di nascondere l’enorme sofferenza patita per la propria solitudine e per l’odio nutrito verso di lui dagli abitanti del villaggio. In questo frattempo Naruto venne bocciato per la terza volta all’esame dell’accademia per il diploma di Genin (ninja novizio), a cui lui teneva molto; dopo questa delusione profonda il suo dolore interno aumentò ulteriormente. Questa situazione cambiò radicalmente quando il suo maestro Iruka Umino, l’unico ad aver compreso i veri sentimenti di Naruto, gli salva la vita dal maestro Mizuki, un traditore che aveva spinto il ragazzo a rubare un prezioso rotolo, il quale un tempo apparteneva al Primo Hokage, contenente le tecniche proibite del villaggio. In questo frangente Naruto viene finalmente a scoprire il suo segreto. Questo, unito al desiderio di salvare il maestro Iruka, gli dà la spinta necessaria a sconfiggere Mizuki con la tecnica che era riuscito ad apprendere dal rotolo, la TecnicaSuperiore della Moltiplicazione del corpo. Grazie a questa dimostrazione di coraggio e di capacità, il ragazzo riesce anche a guadagnarsi la promozione a Genin dallo stesso Iruka, diventando ufficialmente un ninja. Naruto entra così a far parte del Team 7 insieme a Sakura Haruno e Sasuke Uchica, sotto la guida del maestro Jonin Kakashi-Hatake.

Volumi 2-5

Al Team 7, come tutte le altre squadre di Genin, vengono affidate missioni di livello D, cioè missioni semplici, ma dopo le lamentele di Naruto viene affidata una missione di livello C. La missione riguarda di proteggere Tazuna, un costruttore di ponti del Paese delle Onde, nel suo ritorno verso casa. Ma la missione diventa di livello B quando si scopre che Tazuna è preso di mira da Gatoo, un imprenditore senza scrupoli, che ha assoldato due ninja per ucciderlo, Zabuza Momochi, traditore del Villaggio dellaNebbia, e Haku, il suo giovane compagno. Al primo incontro il Team 7 ha la meglio arrivando quasi a sconfiggere Zabuza che poi viene salvato da Haku facendo la sua prima apparizione e fingendo di ucciderlo. Quando Zabuza si riprende, torna a scontrarsi con il Team 7 che era sul ponte insieme a Tazuna. Nello scontro Kakashi se la vede con Zabuza mentre Naruto e Sasuke affrontano Haku. Durante la battaglia, Sasuke, sebbene abbia attivato per la prima volta lo Sharingan, viene quasi ucciso e per questo motivo Naruto perde il controllo dalla rabbia, liberando parte del chakra della Volpe a Nove Code. Prima che Naruto possa ucciderlo, Haku si sacrifica per salvare Zabuza da Kakashi. In quel momento Gatoo rivela di non aver intenzione di pagarlo per la missione e cerca di farlo uccidere dai suoi scagnozzi, tuttavia Zabuza, prima di morire, riesce a eliminare Gatoo. Di conseguenza Tazuna finisce di costruire il ponte chiamandolo “Ponte Naruto”, dato i suoi indispensabili aiuti e convinto che questo nome un giorno lo renderà famoso. Il Team 7 seppellisce assieme i due ninja, e fa ritorno al villaggio.

Volumi 5-13

Naruto e i suoi compagni, dopo la missione del Paese delle Onde, affrontano l’Esame di Selezione dei Chunin, che si divide in tre prove guidate da degli esaminatori che sono Jonin speciali del Villaggio della Foglia. La prima guidata da Ibiki Morino comprende un esame scritto che riescono a superare i team di Kakashi, di Asuma, di Kurenai e di Gai, che possiede allievi eccezionali e particolari. Il secondo test riguarda una prova di sopravvivenza dove i partecipanti devono sopravvivere per cinque giorni nella Foresta della Morte e raccogliere due rotoli. In questa prova compare un nuovo nemico di nome Orochimaru che, sotto le sembianze di una kunoichi del Villaggio dell erba, marchia Sasuke uchica con il Segno maledetto. Nella prima parte della seconda prova, anche se con molte difficoltà passano gli stessi Genin della foglia che avevano superato il primo test. Ma la seconda parte della prova consiste in scontri uno contro l’altro e a superarla sono: Naruto Uzumaki, Sasuke Uchiha, Shikamaru Nara, Neji Hyuga, Shino Aburame,Gaara, Kankuro, Temari e Dosu Kinuta. La terza fase dell’esame prevede un torneo con dei duelli frontali nel quale verrà identificato se i genin hanno le doti neccessarie per diventare Chunin. Nel mese di pausa Naruto incontra Jiraiya, uno dei tre ninja leggendari di Konoha, che gli insegna a controllare l’immenso chakra della Volpe e la Tecnica del Richiamo. Nel frattempo il Villaggio della Sabbia complotta col Villaggio del Suono un attacco a sorpresa nel tentativo di distruggere Konoha: il piano viene attuato durante lo scontro tra Sasuke e Gaara.

Volumi 13-16

Il Villaggio della Foglia viene invaso e Orochimaru, intrufolatosi sotto le mentite spoglie del Quarto Kazekage, combatte il Terzo Hokage. Durante lo scontro vengono resuscitate le anime del Primo e del Secondo Hokage mediante la Tecnica della Resurrezione Impura. Alla fine della battaglia il Terzo Hokage utilizza la tecnica del Sigillo del Diavolo per poter intrappolare per l’eternità l’anima di Orochimaru, ma muore riuscendo solo a privarlo dell’uso delle braccia, quindi sigillando tutti i suoi ninjutsu. Nel frattempo Naruto insegue Sasuke che a sua volta sta cercando Gaara per batterlo. Naruto arriva quando Sasuke sta per morire e lo salva. Con l’aiuto di Gamabunta, il Signore dei Rospi evocato con la Tecnica del richiamo, riesce a sconfiggere il ninja della Sabbia, il quale si era rivelato una Forza Portante come Naruto: nel corpo di Gaara si annida infatti lo spirito del Demone Tasso a una coda. Naruto riesce così a salvare Sakura, la quale era stata intrappolata dal mostro. Il Villaggio riesce nel frattempo a respingere l’invasione grazie ad una potente controffensiva. Subito dopo l’invasione viene celebrato il funerale del Terzo Hokage e degli altri ninja che hanno perso la vita durante lo scontro.

Volumi 16-17

Pochi giorni dopo la fine del torneo si presenta un’ulteriore pericolo, costituito da due dei membri dell’Organizzazione Alba:Kisame Hoshigaki, uno dei Sette Spadaccini della Nebbia, e Itachi Uchiha, nonché fratello di Sasuke Uchiha, colpevole dello sterminio del suo clan e per questo odiato dal fratello. Questi due ninja sono due ninja traditori di rango S, cioè persino più potenti dei Jonin. Appena arrivati vengono intercettati da AsumeSarutomi,Kurenai Yuhi e Kakashi Hatake cominciano un combattimento di altissimo livello. Durante la battaglia, Itachi mostra a Kakashi il suo vero potere, ovvero lo Sharingan Ipnotico: questo è il livello più alto dello Sharingan e solo pochissime persone in tutta la storia del Clan Uchica hanno raggiunto tale livello. Così Itachi blocca Kakashi nella Luna Insanguinata (Tsukuyomi), una tecnica dello Sharingan Ipnotico. Dopo l’ intervento di Gai, Itachi e Kisame fuggono per cercare il loro obiettivo: il demone racchiuso in Naruto, che nel frattempo sta partendo con Jiraiya per ritrovare Tsanude, unica persona papabile per il nuovo ruolo di Hokage. Itachi e Kisame rintracciano Naruto, ma vengono rallentati da Sasuke, il quale cerca di vendicarsi del fratello, dal quale però riceve una pesante sconfitta. Mentre stanno per catturare Naruto, Kisame e Itachi vengono imprigionati da Jiraiya nella Tecnica della Prigionia della Bocca di Rospo. Solo grazie all’ausilio dell’ Amaterasu, un’altra tecnica esclusiva dello Sharingan Ipnotico, i due riescono a fuggire.

Volumi 18-19

Dopo l’incontro con i due membri dell’Organizzazione Alba, Naruto e Jiraiya riprendono la ricerca di Tsunade, nonché terzo membro dei Sannin di Konoha, per proporle di diventare Quinto Hokage. Nel frattempo l’Eremita dei Rospi insegna a Naruto la tecnica del Rasengan, che completerà in seguito. Tsunade è allo stesso tempo ricercata da Orochimaru e dal suo braccio destro Kabuto Yakushi i quali, dopo averla trovata, le propongono di curare le braccia di Orochimaru, in cambio quest’ultimo promette di riportare in vita suo fratello e l’uomo che ha tanto amato. Lo stesso giorno Jiraiya e Naruto trovano la donna, che subito ingaggia una breve sfida contro Naruto, il quale è deciso a farle rimangiare le considerazioni sprezzanti nei confronti della carica di Hokage. Qualche giorno dopo, Tsunade, reincontratasi con Orochimaru, rifiuta la sua offerta e ingaggia un combattimento con il suo vecchio compagno di squadra; al combattimento si aggiungeranno sia Naruto, sia Jiraiya che Shizune: l’assistente e allieva di Tsunade. Orochimaru, intuendo che Naruto rappresenterebbe un serio pericolo se cadesse nelle mani dell’Organizzazione Alba, decide di ucciderlo ma Tsunade, capendo le intenzioni dell’avversario e superata l’emofobia che nelle prime fasi del duello l’aveva penalizzata, accetta il titolo di Quinto Hokage e cerca in ogni modo di proteggere Naruto, in quel momento privo di sensi dopo essersi scontrato con Kabuto. Nellla parte finale della battaglia Jiraiya evoca Gamabunta, Tsunade Katsuyu, Regina delle Lumache, e Orochimaru Manda, il Signore dei Serpenti. Orochimaru, non potendo usare le braccia, ha la peggio ed è costretto a battere in ritirata.

Volumi 20-27

Naruto e Sasuke, mentre sono ricoverati in ospedale, ingaggiano un combattimento per vedere chi sia il più forte e, proprio mentre si stanno scambiando il colpo finale, vengono interrotti da Kakashi. In seguito a questo scontro, Sasuke crede di non essere migliorato affatto, mentre Naruto ha fatto passi da gigante. Dopo qualche tempo si presenta a Konoha il Quartetto del suono, proponendo a Sasuke di andare con loro per ottenere il potere di Orochimaru, il quale però vuole solo utilizzare il ragazzo come contenitore per la sua anima, dato che quello attuale è stato danneggiato dalla Tecnica del Terzo Hokage. Sasuke si lascia convincere, animato dal desiderio sfrenato di potere per poter vendicarsi ed uccidere suo fratello Itachi. Prima di andarsene però viene fermato da Sakura, la quale con un gesto disperato tenta di fermarlo, ma non ci riesce. Tsunade, appena appresa la notizia, ordina a Shikamaru Nara, da poco promosso chunin, di creare una squadra per la missione di salvataggio di Sasuke; lui sceglie i seguenti membri: Naruto, Choji Akimichi, Neji Hyuga e Kiba inuzuka. Prima di partire, Naruto, dopo le imploranze di Sakura, le giura sulla sua stessa vita che avrebbe riportato indietro Sasuke costi quel che costi. Durante l’inseguimento ognuno dei componenti della missione si ferma per combattere contro un membro del Quartetto: Choji si occupa di Jirobo, Neji di Kidomaru, Kiba di Sakon e Ukon e Shikamaru di Tayuya. Naruto invece prosegue ma è costretto a combattere contro Kimimaro, nemico apparso in seguito. Rock Lee, appena ristabilito da una pericolosa operazione, giunge in supporto di Naruto permettendogli di andare all’inseguimento di Sasuke. Mentre i ninja di Konoha sono in grave difficoltà, giungono in loro supporto i ninja della Sabbia Gaara, Temari e Kankuro, che aiutano rispettivamente Rock Lee, Shikamaru e Kiba, sconfiggendo i loro nemici. Intanto Naruto si ritrova nella Valle della Fine a combattere contro il suo migliore amico. La battaglia viene combattuta da entrambi al massimo delle forze, Naruto evoca il chakra della Volpe a Nove Code e Sasuke quello del segnomaledetto al secondo livello, da poco ottenuto, e si conclude con la vittoria di Sasuke, che però non uccide Naruto perché vuole riuscire ad ottenere il potere a modo suo, non seguendo ciò che gli aveva detto Itachi. Naruto viene trovato e riportato a Konoha insieme a tutti gli altri. Durante la riabilitazione all’ospedale, Naruto rinnova la promessa fatta a Sakura di riportare Sasuke al villaggio. Jiraiya si offre di supervisionare l’allenamento del genin per due anni e mezzo, e dopo una lunga discussione Naruto accetta. La narrazione del manga si interrompe per lasciar spazio al Kakashi Gaiden, breve storia in 6 capitoli che narra di come Kakashi abbia ottenuto il suo Sharingan. Nell’ anime invece trovano spazio 85 episodi filler.

Parte II: Naruto

Shippuden

 

Rappresentazione della spirale rossa presente sul giubbotto di Naruto Uzumaki e su quelli di altri ninja di grado superiore a quello di Genin.

Volumi 28-31

Trascorsi due anni e mezzo,Naruto, più grande e più maturo, ritorna al Villaggio della Foglia dopo essere stato addestrato da Jiraiya. Qui rincontra i vecchi compagni Sakura e il maestro Kakashi; Temari e Shikamaru gli comunicano che Gaara è diventato il nuovo Kazekage. Intanto al Villaggio della Sabbia il Kazekage viene rapito dopo un duro scontro con due membri dell’Akatsuki: Deidara e Sasori, che insieme agli altri membri, procederanno all’estrazione del Demone tasso monocoda, che risiede in Gaara per poter, dopo aver raccolto i Cercoteri (Demoni con le Code) di tutti i Jinchuuriki, sviluppare una nuova, micidiale tecnica con la quale si possa distruggere un intero Paese . Il Team Gai e il Team Kakashi vanno in soccorso del Villaggio della Sabbia, ed insieme all’anziana Chiyo, nonna di Sasori, arrivano di fronte all’entrata del nascondiglio dell’Organizzazione. Il Team Gai è costretto a combattere contro alcuni cloni, che impediscono loro di dare supporto agli altri. Questi ultimi si dividono: Sasori inizia uno scontro con Sakura e Chiyo mentre Deidara si fa inseguire da Kakashi e Naruto. Sasori verrà ucciso da Sakura e Chiyo, ma prima di morire questi rivela a Sakura di trovarsi 10 giorni più tardi al Ponte del Cielo e della Terra (天地橋tenchikyō) per incontrare una spia di Orochimaru. Deidara è costretto a ritirarsi a causa del nuovo Sharingan Ipnotico di kakashi. Chiyo, grazie a una tecnica di reincarnazione, riesce a riportare Gaara in vita sacrificando la sua.

Volumi 32-35

Ritornati al villaggio, Kakashi viene costretto a letto a causa dello sforzo compiuto per aver utilizzato lo Sharingan Ipnotico più volte, e quindi al Team 7 viene assegnato un nuovo capitano temporaneo di nome Yamato, un Jonin in grado di usare le tecniche del Primo Hokage e al posto di Sasuke, un giovane di nome Sai. Il Team parte alla volta del Ponte del Cielo e della Terra per catturare la spia, che si rivelerà essere Kabuto, in realtà ancora fedele ad Orochimaru. Quando Orochimaru appare, Naruto perde il controllo ed il chakra intorno a lui prende la forma di una Volpe a quattro code. Il ragazzo ritorna in sé dopo aver ferito Sakura, che viene curata da Kabuto; Naruto fa quindi sigillare il chakra della Volpe da Yamato, in modo da non doverlo più utilizzare e non perdere nuovamente il controllo. Orochimaru riesce a fuggire dal campo di battaglia assieme a Kabuto e Sai, fintosi suo alleato. La squadra riesce ad infiltrarsi nel rifugio del nemico. Entrati, scoprono che in realtà Sai fa parte di un team speciale, La Radice, che si occupa, in gran segreto, di assassinare i ninja traditori. Così si scopre che in realtà l’obiettivo di Sai è uccidere Sasuke. Dopo poco Sai, raggiunto dagli altri compagni, incontra Sasuke che rivela di essere disposto pure a sacrificare la sua anima pur di uccidere il fratello. Sai, allora, rivela di aver abbandonato il suo scopo principale nella missione e che il legame tra Naruto e Sasuke gli ricorda quello che lo legava a suo fratello, perciò decide di aiutare Naruto a ricostruirlo. Sasuke, per capriccio, tenta di uccidere il suo team ma viene fermato da Orochimaru che vede nella Foglia degli alleati per sconfiggere Alba. Il Team Yamato torna così al villaggio.

Volumi 35-38

Naruto intraprende un nuovo allenamento per creare una nuova tecnica, durante il quale scopre la natura del suo chakra, di tipo vento. Kakashi aiuta Naruto nell’allenamento insieme a Yamato. Lo scopo dell’allenamento consiste nel cercare di fondere il chakra di tipo vento con il Rasengan. Intanto l’Organizzazione Alba ha catturato i demoni a due e tre code e distrutto un tempio nel Paese del Fuoco. Due dei suoi membri, Kakuzu e Hidan, in uno scontro con i ninja della Foglia, uccidono Asuma Suritobi, maestro di Shikamaru. Questi due membri hanno una capacità straordinaria: sono entrambi “immortali” (Hidan, dopo essere stato decapitato, riesce a parlare tranquillamente mentre Kakuzu possiede cinque cuori, che strappa ai nemici mentre sono ancora vivi e potendo così disporre di tutti i tipi di chakra). Dopo la morte di Asuma, Shikamaru, insieme al Team 10 capitanato da Kakashi, promette di vendicare il suo maestro e, dopo una breve ricerca, il team si imbatte con Hidan e Kakuzu. Inizia così il combattimento, in cui Shikamaru riesce a sconfiggere Hidan seppellendolo vivo nella foresta del clan Nara, mentre è solo grazie all’intervento del Team 7 che viene sconfitto anche l’apparentemente immortale Kakuzu. Naruto coglie i frutti del suo allenamento speciale, riuscendo a sconfiggere Kazuku con il solo utilizzo della sua nuova tecnica, Arte del vento - Shuriken rotante (風遁・螺旋手裏剣 Futōn - Rasen

Shuriken).

Volumi 38-39

Sasuke decide che Orochimaru non ha più nulla da insegnargli e per questo, approfittando del suo momento di debolezza dovuto al rigetto dell’attuale corpo, lo attacca. Il Sannin cerca di impossessarsi del corpo di Sasuke ma questi, grazie al suo Sharingan, ribalta la tecnica: assorbe tutte le tecniche di Orochimaru e lo uccide. Kabuto però riesce a trapiantarsi delle cellule del suo maestro, che poco a poco si impadroniranno di tutto il corpo. In seguito Sasuke libera Suigetsu Hozuki, un prigioniero di Orochimaru ed ex allievo di Zabuza Momochi. Al Team si aggiunge anche una sottoposta di Orochimaru, Karin, insieme alla quale liberano Jugo, l’origine del Segno maledetto. Sasuke fonda così il Team Hebi (serpente), che ha lo scopo di trovare Itachi uchiha e ucciderlo. Anche il Team 8 (con capitano Kakashi) e il Team Yamato partono alla ricerca di Itachi. Deidara e Tobi incontrano Sasuke, il quale spinge Deidara, al termine di un lungo scontro, all’autodistruzione. Vengono rivelati i volti e i nomi di Pain (probabile leader dell’organizzazione), e di Konan (la ragazza al fianco di Pain), nonché i nomi della madre e del padre di Naruto, rispettivamente Kushina Uzumaki e Minato Namikaze, il Quarto Hokage. Sasuke incontra Itachi ma questi riesce a scappare, intimando al fratello di raggiungere il rifugio segreto degli Uchiha, dove potranno concludere il loro scontro.

Volumi 40-42

Intanto Jirayia parte per una nuova missione che lo vedrà impegnato nel Villaggio della Pioggia a carpire informazioni riguardo l’Akatsuki e Pain. Pain è in possesso della più potente delle tre tecniche oculari: il Rin’negan, che gli permette di utilizzare tutti e sei i tipi di chakra e di creare fino a sei cloni, ognuno con una particolare abilità. Durante lo scontro tra Jiraiya e Pain (suo vecchio allievo), questi crea altre due copie che possiedono la sua stessa abilità innata ma dopo un lungo scontro Jiraiya ha la meglio grazie all’aiuto di due rospi molto potenti: Mà e Pà, capaci di creare un’illusione che riesce a confondere persino l’abilità di Pain. Inaspettatamente, Pain evoca altre tre copie e, con un colpo a sorpresa, taglia un braccio a Jiraiya. La battaglia ricomincia e Jiraiya scopre la vera natura del Rin’negan ed il modo per sconfiggerlo. Tuttavia per lui è troppo tardi e muore poco dopo aver inviato uno dei due rospi al Villaggio della Foglia per comunicare quanto ha scoperto.

Volumi 43-44

Nel frattempo, nel covo segreto degli Uchiha, inizia lo scontro finale tra Itachi e Sasuke, che si conclude con la morte di Itachi, quando questi ha la vittoria in pugno. Tobi tiene impegnati gli 8 di Konoha mentre Kisame Hoshigaki combatte contro i membri del Team Hebi. Alla fine dello scontro, Sasuke sviene e viene portato via da Tobi (avvertito da Zetsu che ha osservato tutto l’incontro), il quale, dopo aver confermato di essere MadaraUchiha, gli rivela i veri sentimenti di Itachi, che, in realtà, ha sempre cercato di proteggere Sasuke, e che lo sterminio del Clan Uchiha fu organizzato per ordine del consiglio di Konoha, per la salvaguardia del Villaggio. Sasuke dopo aver cambiato il nome del gruppo in Taka decide di distruggere Konoha e di aiutare Alba a catturare l’Hachibi. Nel frattempo arriva al Villaggio della Foglia la notizia della morte di Jiraiya, e Tsunade incarica Shikamaru Nara di decifrare il codice da lui lasciato mentre Shizune con alcuni collaboratori inizia a lavorare sul cadavere di Pain che Jiraiya era riuscito ad uccidere e a far arrivare al Villaggio. Mentre Shikamaru e gli altri scoprono un messaggio segreto nel codice, Naruto sembra deciso a vendicare la morte del suo maestro e così Fukusaku lo convince a seguirlo per allenarsi nelle tecniche eremitiche sul monte Myōboku. Nel frattempo Sasuke e il suo team riescono a scoprire la posizione del Demone ad otto code iniziando così un duro scontro per la cattura di quest’ultimo, il quale fin dal primo momento si dimostra molto forte, ma nonostante la sua trasformazione completa, verrà sconfitto dall’Amaterasu di Sasuke. L’Hachibi è però riuscito a sfuggire ad Alba grazie a una tecnica della sostituzione in combinazione col demone. Naruto intanto continua a fare progressi, fino a completare l’allenamento e riceve il primo libro scritto da Jiraiya.